Spec Ops: The Line – Sei anni dopo

Capita ancora di leggere, nelle recensioni degli utenti su Steam e in altri siti, che fra i maggiori difetti di Spec Ops:...

A Way Out – Di frenesia, distensione e dualità

I titoli di coda scorrono su quello che, dopo ore di divisione, è un quadro unico e ricompattato. Tra me e il "mio" Leo ( che se ve lo steste...

Lo ammetto: mi piace la merda. E allora?

Negli ultimi giorni, ho affrontato decine di discussioni relative ad alcuni temi apparentemente banali o di poco conto, ma che ben presto...

Sara is missing e il videogioco saggistico

Sara is missing, distribuito gratuitamente a fine 2016, è uno di quei sempre più frequenti titoli capaci di dividere radicalmente...

Goffman e il videogioco come rappresentazione teatrale

Uno dei grandi drammi dello studio moderna sull'immersività e sull'empatia nel videogioco riguarda il momento in cui il giocatore...

Scrittura e videogiochi – Perché narrare attraverso l’interazione

La scrittura, intesa come caratterizzazione dei personaggi ed evolversi di una vicenda, fa parte del videogioco fin dai suoi...

Torino Film Festival 35: After Hours – Il contemporaneo nel cinema di genere

Nel circuito festivaliero nazionale dedicato al cinema quello di Torino, da svariati dei suoi trentacinque anni di vita,...

Il character design di Overwatch: varietà di rappresentazione

Durante il BlizzCon 2017, Blizzard ha presentato la nuova eroina di Overwatch che prenderà parte alle frenetiche battaglie...

Il caso Battlefront e EA: un’occasione sprecata

La tempesta provocata dalle casse ricompensa di Shadow of War non si era ancora placata, che già la minoranza rumorosa del web faceva...

“No spoiler”: la vittoria della cultura del “cosa” sul “come”

Lo spoiler, ossia l’anticipazione di un evento narrativo, è il più grande spauracchio dei nostri tempi, a giudicare dalle...